• sabato , 19 agosto 2017

Vino bianco: i vitigni più usati e interessanti!

Esplora i vari tipi di vino bianco per trovare quello che più di tutti sia costa ai tuoi gusti, potresti restare sorpreso dall’enorme varietà di vino bianco che esistono.

Vi sono oltre 1000 diversi tipi di uve vinicole, solo in Italia esistono tantissimi tipi di uve ed incroci, che in alcuni casi si possono trovare solo in zone così ristrette dove vengono coltivate.

Vediamo insieme il primo vino bianco più comune e conosciuto che ci viene subito in mente:

Chardonnay

Le caratteristiche dello Chardonnay derivano dal vitigno di origine, ormai coltivato in tutto il mondo, le più importanti zone di colture si trovano in Italia, oltre ai principali luoghi simbolo della produzione vinicola, come il Cile, la California, la Nuova Zelanda e l’Australia.

Tra le tante varietà di vino bianco è la più complessa: il gusto può variare da quelli pieni di sentore di quercia, burro e spezie, a quel vino bianco vellutati con note di frutta, noci e vaniglia.

Altri hanno aspetti diversi, che richiamano i sentori della mela al forno, il caramello e una bella acidità.

Si trovano diversi produttori di vino bianco Chardonnay, che vanno da quelli economici, a quelli più sofisticati e costosi.

Generalmente ha un colore che va dal giallo paglierino, al giallo dorato, secondo tipologia e fermentazione; tutti i vini bianchi Chardonnay esprimono una vasta gamma di odori, sapori e colori.

Lo Chardonnay è una delle uve maggiormente utilizzate sia in purezza che con altri uvaggi, soprattutto per le caratteristiche di neutralità e di enorme duttilità che ha questo vitigno.

Pinot grigio

Il Pinot grigio è una delle varietà di vino bianco più amata, è uno di quei vitigni cosìdetti “internazionali”.

Per molti anni è stato il vino bianco più in voga in Italia. Il suo successo commerciale è stato anche accompagnato da un miglioramento qualitativo.

Il suo colore è ramato, quindi se vinificato a contatto con le bucce assume la classica colorazione aranciata, anche se viene sempre vinificato in bianco.

Nella zona del Collio, più recentemente viene anche fatto vinificare con a leggera macerazione che contribuisce alla realizzazione di un vino più aromatico , fruttato e con buona struttura.

Il Pinot grigio offre una nota all’olfatto minerale e fruttata, con sentori di pera, perfetta abbinata a frutti di mare e a piatti di pesce.

Sauvignon Blanc

Chiamato anche Fumè Blanc, è un vino bianco molto popolare che sembra adattarsi bene al palato di molte persone.

Se non ti piace la ricchezza dello Chadonnay, ma cerchi qualcosa di fruttato, Sauvignon Blanc, potrebbe essere ciò che cerchi!

Questo vino bianco da un forte profumo tropicale, con un carattere di banana e di pesca, carico anche con note floreali. Un vino che soddisfa i sensi olfattivi, anche se i livelli di alcol possono essere più elevati di altri vini bianchi, rimane un vino bianco molto fresco e di buona beva.

La ricchezza floreale e fruttata lo rendono un vino che ben si abbina con cibi ricchi, pesce e frutti di mare, ma anche da provare con piatti semplici come il melone e prosciutto o con formaggio brie al forno.

Riesling Renano

Un vitigno che viene coltivato sopratutto in zone più fresche; le aree più popolari per il Riesling sono la Germania e la Francia, ma anche in Italia vi sono zone dove trova maggior rilievo, come il Trentino, Friuli, Alto Adige, Veneto e Oltrepò Pavese, senza dimenticare Australia e Nuova Zelanda.

Il Riesling renano è considerato da molti un vitigno nobile, molti infatti, continuano a pensare che sia il vitigno a bacca bianca migliore del mondo.

Cosa infatti insolita per un uva a bacca bianca è di resistere così bene all’invecchiamento.

I Reisling più giovani si denotano di una leggera piacevolezza, con note floreali e minerali, equilibrio e ottima beva, fresco, asciutto e di media struttura.

Quelli invecchiati, invece, acquisiscono complessità e finezza di aromi, anche dopo lunghi anni di invecchiamento.

Il Riesling Renano è un uva particolarmente resistente al freddo e le sue caratteristiche la rendono perfetta per lo sviluppo della botrytis cinerea, ovvero la muffa nobile.

Il vino bianco Riesling si abbina perfettamente a piatti di cucina asiatica, e le versioni più dry, con piatti piccanti.

Gewurztraminer

Un vino bianco floreale, speziato, con una leggera acidità, croccante e un buon sapore audace, che conquista fin dal primo sorso.

Se ne trova di italiani ed esteri, prodotte da cantine vinicole famose e non.

Il termine “Gewurztraminer” significa “Traminer aromatico” ovvero che proviene da Termeno, in Alto Adige, anche se in realtà l’origine è molto dubbia.

Visto la sua struttura e i suoi aromi, possiamo abbinarlo con piatti molto sfaccettati: formaggi spaoriti, foie gras, fino ad accompagnare a tutto pasto, dall’antipasto di pesce fino al secondo; perfetto anche con la cucina orientale.

Marsanne o Roussanne

Nella zona francese di Rhone, nella valle del Rodano viene prodotto questo vino bianco intenso con un bel bouquet floreale, che unisce due varietà di uve bianche.

La miscela di uve può variare secondo ambiente e vigneto di produzione, ma generalmente consiste in un vino bianco di corpo pieno con sentori di limone , caprifoglio e note minerali.

Le due uve sono tradizionalmente utilizzate insieme perché si armonizzano e si completano: Marsanne fa un vino strutturato e corposo, dalla struttura minerale, dove però macherà la profondità di sapore e l’intensità aromatica; Roussanne, fornisce questa componente affrendo gradevoli note di pera, caprifoglio e una base caratteristiche di erbe.

Semillon

Questo vitigno francese di uva bianca, insieme al Sauvignon Blanc e muscadelle è utilizzato per produrre vini bianchi e liquorosi.

Questa varietà di uva dorata ,riesce a fornire al vino bianco aromi profondi, sia per vini secchi che per vini dolci come il Sauternes, famosi per il loro gusto e la longevità.

Nei bianchi secchi è l’ingrediente ideale insieme al Sauvignon, che fornisce profumi intensi ma pecca di struttura.

Perfetto anche con le uve di Chardonnay, per rendere il gusto più pieno.

Essendo una varietà rigorosa, che matura un po’ più tardi del Sauvignon, viene favorito la’ttacco delle muffe nobili, che lo rendono un uva speciale per la produzione dei famosi muffati di Bordeaux.

 

Related Posts