• martedì , 19 Ottobre 2021

Risarcimento per malasanità, di cosa si tratta.

In Italia, si dice spesso, che la sanità è una delle migliori al mondo ma non sempre purtroppo le cose vanno come dovrebbero. Anche nel nostro paese esistono episodi di malasanità. Spesso leggiamo fatti di cronaca più o meno eclatanti, ed anche se ora come ora, la sanità si è concentrata ultimamente sulla battaglia contro la pandemia del secolo, Il Covid-19, ancora purtroppo spiccano sulle testate dei quotidiani fatti di cronaca di questa tipologia.

Cosa significa malasanità?

Malasanità è una parola che va ad identificare un problema, avvenuto in campo sanitario, verso il paziente che quindi, a seguito o durante delle cure mediche ha subito un un danno che può essere biologico ma anche solo emotivo.  Una cosa molto grave ma per fortuna  in molti casi , una volta subito il danno, e soprattutto rivolgendosi a apposite aziende che tutelano i diritti del malato, è possibile quantomeno ottenere un risarcimento per malasanità.

A chi rivolgersi per denunciare casi di malasanità?

Aziende specializzate come la “GMP gestione e risarcimento sinistri”, sono in grado di trattare e risarcire moltissimi episodi e tipi di malasanità come ad esempio interventi chirurgici andati male, errori e ritardi su una diagnosi, danni estetici o negligenze mediche più o meno importanti come ad esempio superficialità di assistenza per o post operatoria. Ogni anno in Italia si registrano oltre 320.000 problemi legati alla malasanità. Un numero impressionante di persone che oltre il danno non otterrebbe nessun corrispettivo se non seguito da aziende appositamente strutturare per fare ottenere al malato che ha subito il danno quello che gli spetta.

Nel caso di danno sanitario, una volta rivolti ad un agenzia specializzata, secondo le ultime sentenze di legge a seguito della legge 189/12 (c.d. legge Balduzzi), si ottiene, a seguito della presentazione ed  accoglimento della pratica di richiesta danni, un risarcimento sanitario.

E’ fondamentale sapere che le vittime di malasanità hanno 10 anni di tempo, dal momento in cui si è verificato il danno o la morte del paziente, per procedere con un richiesta di risarcimento.

Ma cosa fanno le agenzie di risarcimento sinistri per tutelare meglio il paziente dalla malasanità?

 analizzano il caso specifico.

 stimano il danno con l’aiuto di periti e medici.

 cercano un accordo bonario o in via giudiziale con l’ente sanitario e risarciscono il malato.

Scegliere la giusta azienda a cui affidarci nel caso di un risarcimento per malasanità non è sempre semplice ma spesso è possibile trovare in rete notizie di aziende che riescono a fare valere i diritti del malato e che addirittura si fanno pagare dal malato stesso per la prestazione richiesta esclusivamente una volta ottenuto il giusto risarcimento.

Ci auguriamo che tu non ne abbia mai bisogno ma anche, che nel caso sia necessario ottenere un risarcimento tu possa trovare un a struttura adeguata con esperienza e passione giusta per seguirti e che tu possa ottenere il giusto risarcimento sanitario dovuto.

 

Related Posts

Leave A Comment