• martedì , 19 Ottobre 2021

Traduzione di una documentazione tecnica, quale sono i problemi più frequenti e come risolverli

La documentazione tecnica è, per le aziende, e per alcune in particolare, un punto focale per la gestione delle informazioni relative ai processi produttivi e al funzionamento dei prodotti commercializzati.

Le informazioni contenute nella comunicazione tecnica sono fondamentali per le aziende, in alcuni casi sono parte integrante del prodotto finale. Informazioni tecniche di scarsa qualità possono compromettere l’uso del prodotto o del servizio e possono dare una parvenza negativa dell’azienda. Fornire un’informazione tecnica completa e corretta rappresenta un modo per comunicare con il cliente o con il potenziale cliente, un modo per informarlo ed istruirlo sull’uso e sui componenti del prodotto o del servizio. La documentazione tecnica è dunque uno strumento importantissimo per il consumatore.

La struttura linguistica della documentazione tecnica è particolarmente complessa e non è esente da difficoltà. Occorre in primis avere un’elevata competenza tecnica e poi occorre esprimerla in un linguaggio che sia il più possibile comprensibile per il destinatario finale.

Comprensibilità e leggibilità del testo rappresentano quindi due elementi essenziali per un technical writing efficace e diretto. E se è difficile scrivere della documentazione tecnica lo è ancora di più tradurla.

Quando si parla di traduzioni tecniche ci si riferisce ad una tipologia di traduzioni molto complessa che richiede una particolare preparazione. Chi si occupa di traduzioni tecniche non deve solo limitarsi a fare una mera traduzione ma deve capire alla perfezione di cosa tratta di documento che deve tradurre. Il contesto nella traduzione è importantissimo, a maggior ragione lo è nella traduzione tecnica. Questo deve avvenire nonostante il testo tecnico è sempre un testo “neutro” ossia un documento atto a riportare una serie di dati, normative, regolamenti.

La documentazione tecnica può essere di diversa natura: può trattarsi di un documento che deve essere di comprensione per il grande pubblico, di una scheda tecnica o di una scheda di sicurezza oppure può essere un documento con un registro molto formale.

Proprio a seconda della natura, della tipologia e della difficoltà  del documento, potrebbero essere necessarie delle ricerche mirate sul quello specifico argomento. La ricerca consente  ai traduttori di avere una comprensione dei principi e delle tecnologie di base buona e solida. Un buon traduttore inglese e non solo, non deve solo tradurre il termine ma anche lo stile in cui è stato scritto il documento. Uno stile che si evince anche nella documentazione tecnica che, abbiamo detto, è una documentazione neutra.

Sono tanti e diversi gli strumenti che il traduttore ha a disposizione per la ricerca della terminologia corretta: enciclopedie, glossari, dizionari tecnici di recente pubblicazione al passo con l’ evolversi della tecnologia. Proprio per questo motivo un buon traduttore deve tenersi costantemente aggiornato sulle nuove tecnologie del settore in cui traduce, anche attraverso la partecipazione a corsi, o attraverso l’abbonamento a riviste, cosi da poter usare la terminologia più recente. Ma non nemmeno escluso il consulto con esperti del settore specifico. Ci sono poi dei testi tecnici particolari che richiedono delle revisioni: parliamo, ad esempio, dei testi relativi ai farmaci la cui correttezza è fondamentale. I problemi più frequenti che si incontrato quando si fa una traduzione tecnica riguardano quindi il mantenimento dello stile del testo e la traduzione di alcuni termini specifici.

Related Posts

Leave A Comment