• martedì , 19 Ottobre 2021

Reputazione digitale, perché è importante per trovare lavoro

La web reputation o reputazione digitale va a pari passo con il concetto di identità digitale, ovvero, l’insieme di tutti quegli elementi presenti online che identificano una persona.

Parliamo di profili social, contenuti su siti web, commenti e post, curriculum vitae e dati personali. In base alla loro qualità si può avere un’identità più positiva o negativa.

Si trasmette un’immagine negativa se le informazioni presenti online non sono aggiornate e non descrivono in modo veritiero la persona fisica, in caso contrario, si parla di identità digitale positiva.

La reputazione digitale è la percezione che gli utenti hanno di una persona in base alla sua identità digitale, se quest’ultima sarà forte e convincente, anche la web reputation ne avrà dei vantaggi.

Reputazione digitale e lavoro

Se state cercando lavoro è importante che curiate la vostra identità digitale. Da molti anni, le aziende che sono alla ricerca di nuove figure professionali da assumere, utilizzano anche portali web e social network per trovare dei candidati ideali.

Dovete costruire la vostra reputazione digitale nei minimi dettagli e in modo ottimale. Utilizzate dei social come Linkedln per rafforzare la presenza professionale sul web e curare la vostra immagine.

Questo social network è pensato soprattutto per il networking professionale, può essere sfruttato per farsi trovare e per mettere a disposizione dei reclutatori, il proprio CV ottimizzato. Utile anche per trovare altri professionisti del proprio settore in cui confrontarsi.

Bisogna prestare attenzione alle parole utilizzate per descriversi, dovranno catturare l’attenzione di chi legge, e scegliere una foto che trasmetta professionalità, lo scopo è quello di convincere i potenziali datori di lavoro a contattarvi.

Prestare attenzione alle informazioni private

Gli addetti al reclutamento valutano i candidati anche cercando i profili social personali e non solo quelli destinati al networking professionale.

Molte persone usano Facebook e Instagram per condividere informazioni appartenenti alla sfera privata, come foto, aggiornamenti di stato e commenti ad amici e conoscenti. Non c’è niente male, ma bisogna sempre tener presente che ogni azione fatta o contenuto postato in rete, può essere trovata da chiunque con facilità.

Per cui, è importante controllare le impostazioni della privacy, evitare di postare foto imbarazzanti, scrivere commenti offensivi o palesemente orientati politicamente. La reputazione online è legata al futuro lavorativo, quindi, l’essere obiettivi vi aiuterà a non commettere errori.

Crearsi un sito web professionale migliora la reputazione digitale

La reputazione digitale è influenzata dalle informazioni e i contenuti che sono presenti sul web, per questo motivo crearsi un sito o un blog personale professionale può essere un ulteriore incentivo per migliorare la propria immagine.

Il sito deve essere una sorta di CV online, ma anche un posto dove condividere una passione o una competenza particolare, in modo da mettere in mostra le proprie capacità e farle intercettare da chi è interessato.

Creatività, voglia di mettersi in gioco e grinta, sono alcune delle caratteristiche cercate dai datori di lavoro. Ricordate di collegare tutti i profili social personali e di networking professionale al sito o blog.

Related Posts

Leave A Comment