• martedì , 22 Settembre 2020

Investire in borsa durante la crisi, come salvare i risparmi?

Durante le crisi finanziarie, investire in borsa potrebbe essere un’opportunità, ma per non perdere i propri risparmi bisogna saper analizzare i mercati e individuare i migliori investimenti.

Questo è possibile perché le valutazioni degli indici di borsa durante le crisi tornano a buon mercato e, in alcuni casi, sono anche molto scontate.

Il rischio di fare investimenti durante un momento non favorevole può essere ripagato con una veloce o notevole ripresa dei valori degli indici. Anche se questo non accade sempre e non a tutti gli indici.

Se l’investimento è a lungo termine ed è stato fatto prima della crisi, non ci sono particolari rischi, mentre sono da valutare gli investimenti iniziati durante il periodo di crisi finanziaria.

Investire durante la crisi è rischioso perché non è possibile sapere i tempi della ripresa con certezza. Come fare per salvare i propri risparmi da investimenti sbagliati? È importante rivolgersi a un consulente finanziario esperto.

Chi è il consulente finanziario?

Il Consulente finanziario è un professionista esperto su vari argomenti finanziari, tra cui gli investimenti e la consulenza. Lavora con i clienti prendendo decisioni di investimento, offre consulenza che li aiuta a raggiungere obiettivi tramite un piano finanziario ben studiato.

Trova impiegato in varie istituzioni finanziarie, può lavorare in banca o nel settore finanziario di grandi aziende. Alcuni professionisti decidono di lavorare in modo autonomo e offrono i servizi a clienti singoli, sia in materia di finanziamenti personali che in investimenti commerciali.

Durante un periodo di crisi economica, rivolgersi a un consulente finanziario è la migliore soluzione per affrontare la situazione e agire in modo da mettere al sicuro i propri risparmi.

Gli italiani scelgono il consulente finanziario per investire in borsa

Stando a una ricerca di Schorders Global Investor Study 2019, il 49% degli italiani sceglie di affidarsi a un consulente finanziario per ottenere informazioni sugli investimenti.

Andando nel dettaglio, il 51% degli italiani si rivolge al proprio consulente quando deve scegliere su cosa investire, il 25% fa riferimento alla stampa, il 16% allo sportello bancario e solo l’8% alle società di gestione del risparmio.

Il consulente finanziario è la prima scelta anche quando bisogna ottenere informazioni e spiegazioni sull’andamento dei propri investimenti, infatti, il 51% si affida alle sue competenze, mentre il 23% utilizza la stampa, il 16% la banca e il 9% gli asset manager.

Inoltre, viene considerato la fonte più affidabile anche quando bisogna acquisire informazioni sulle caratteristiche dei prodotti finanziari (il 49%), sui costi e sugli investimenti da fare (46%).

Cosa fare per non rinunciare ad investire in borsa in tempo di crisi?

È evidente che non è consigliato muoversi autonomamente in un periodo di incertezza economica, poiché i mercati sono poco affidabili e un singolo errore può compromettere tutti i propri risparmi.

Se si vuole continuare a investire in borsa in sicurezza, bisogna affidarsi a un consulente finanziario esperto che saprà indirizzarvi nelle scelte giuste, riducendo al minimo il rischio di perdita.

Related Posts