• martedì , 22 Settembre 2020

Come riconoscere e scegliere un fotografo professionita

Rivolgersi a un fotografo professionista fa la differenza ed è fondamentale per la propria azienda e la propria immagine, per cui, quando si deve commissionare un lavoro bisogna accertarsi che l’incaricato abbia i requisiti giusti e non sia un fotografo improvvisato.

Come per ogni settore, quindi, anche nella fotografia bisogna scegliere accuratamente il professionista, soprattutto, se si ha molto budget a disposizione e si desidera spenderlo nel migliore dei modi per valorizzare l’immagine del proprio brand.

Un fotografo professionista ha il compito di realizzare degli scatti che siano in grado di stupire e di valorizzare al meglio tutti i punti di forza del soggetto o dell’oggetto che deve immortale, al fine di soddisfare concretamente le esigenze del cliente.

Un bravo fotografo deve anche saper creare delle immagini capaci di emozionare e di trasmettere l’anima dell’azienda, del professionista o del prodotto.

Anche in fase di primo colloquio lavorativo, un professionista deve mostrarsi preparato, deve saper intercettare i bisogni del cliente, offrire qualità ed elevate capacità di post-produzione e rispettare sempre i tempi di consegna accordati.

Oggi l’immagine è molto importante, anche grazie ai social network che sfruttano particolarmente i contenuti visual, per cui, trovare un fotografo professionista adeguato deve essere una priorità. Ma come capire se chi si ha davanti è un fotografo adeguato?

Fotografo professionista, gli aspetti da valutare per scegliere quello giusto

Alcuni dei primi aspetti da valutare quando si cerca un professionista sono il portfolio e l’esperienza, bisogna iniziare guardando le sue fotografie per capire se realizza scatti di qualità, capire qual è il suo stile e se può essere quello giusto per sviluppare le proprie idee.

Un fotografo professionista Milano come Manuel Bifari, per esempio, può essere la scelta giusta se si è alla ricerca di qualità, competenza, professionalità ed esperienza. Appassionato di fotografia da quando aveva sedici anni, ha collaborato con grandi nomi della moda, ha avuto esperienza alla Milano Fashion Week, facendosi apprezzare dagli esperti del settore e vanta numerose collaborazioni con editoriali, aziende e influencer.

Analizzare la sua storia e quella dei suoi lavori, così come per  altri fotografi professionisti, può esservi utile a capire se dispongono del know-how utile al tipo di shooting fotografico che desiderate.

Un altro aspetto da considerare è quello relativo all’effettiva professionalità del fotografo. Oggi, sono ce ne sono moltissimi che si pubblicizzano come tale ma che di fatto non lo sono. Per effettuare questa verifica, può essere utile controllare se dispone di partita iva, se è iscritto a qualche associazione professionale del settore, come l’Associazione Italiana Fotografi Professionisti.

Ovviamente, l’avere o meno questi requisiti non confermano la qualità e la bravura di un fotografo, ma sapere di avere a che fare con qualcuno di cui realmente ha fatto della fotografia il suo lavoro, vi da la certezza di non ritrovarvi davanti a una professionista improvvisato.

Infine, è fondamentale creare un rapporto di empatia con il fotografo per la buona riuscita del progetto. Prima di assegnarli un lavoro fate degli incontri di persona, scambiatevi le idee e cercate di capire se è in grado di interpretare la vostra visione e darvi degli spunti utile per migliorarla e realizzare un lavoro di qualità.

Related Posts