• martedì , 19 Novembre 2019

Vacanza last minute? Ecco cosa vedere a Bari in un giorno

Bari è il capoluogo della Puglia, una città portuale che si affaccia sull’Adriatico, la città offre tantissimi luoghi da visitare, ma se vi trovate solo di passaggio e avete poche ore di tempo, dovrete cercare di ottimizzare quest’ultimo e scegliere cosa vedere.

Ci sono alcuni posti ed edifici importanti che non potete non vedere, il consiglio che vi diamo è comunque quello di ritornarci a distanza di tempo per approfondire la scoperta con più calma.

Le meraviglie baresi sono tante, il punto di partenza che vi suggeriamo è il quartiere San Nicola (Bari Vecchia), una zona molto popolata di giorno e punto di ritrovo per la movida dei giovani baresi di notte. Successivamente, non potete perdere il Castello Svevo-Normanno, il lungomare, uno dei più belli d’Italia e il quartiere Murat, una città ricca di negozi e locali di ristorazione.

Bari Vecchia

Bari Vecchia è il centro storico della città di Bari, composto da un bellissimo labirinto di stradine in cui si trovano negozi molto caratteristici che vendono oggettini carini da portare a casa e souvenir. È possibile vedere ancora delle tradizioni di un tempo, come donne che preparano le orecchiette o artigiani che producono degli strumenti.

Il centro storico si estende tra il porto vecchio e quello nuovo che si affaccia sul lungomare, una zona popolata dai turisti che passeggiano e trascorrono le serate estive.

 Se cercate un ristorante provincia Bari, qui potete trovarne di alcuni davvero molto caratteristici, insieme a localini che propongono solo piatti tipici della tradizione barese e a bar e pub che propongono cocktail e aperitivi a ritmo di musica.

Basilica di San Nicola

Famosissima in tutta la Puglia è la Basilica di San Nicola, che risale all’XI secolo, è una delle più importanti strutture religiose, viene visitata da milioni di pellegrini ogni anno provenienti da ogni parte del mondo per rendere omaggio a San Nicola.

La Basilica è stata costruita nel 1089 per custodire i resti del Santo, al suo interno ci sono soffitti in legno dorato con dipinti del ‘600, un ciborio che risale al 1150, un altare d’argento e la Cattedra di Elia.

Il quartiere Murat

Nel quartiere Murat, che prende il nome da Gioacchino Murat, la prima casa fu edificata nel 1816, secondo la storia, nella prima pietra posta per la costruzione del borgo, è stato disposto un anello prezioso, dono proprio di Murat. Il quartiere si estende tra la stazione ferroviaria e la costa, sono presenti enormi edifici e locali moderni.

Questo quartiere offre strade molto comode per fare delle bellissime passeggiate godendosi i tanti negozi presenti, ideale per trascorrere delle serate in tranquillità.

Bari sotterranea

Anche se il tempo a vostra disposizione è davvero poco, non dovete perdersi la bellissima Bari sotterranea, un percorso che attraversa tutta la città vecchia, il percorso ha inizio dal Castello Svevo Normanno.

È possibile ammirare le macerie di case e chiese che appartengono a un’epoca precedente, si possono trovare oggetti appartenenti alle famiglie dell’epoca, scoprire la storia di quel luogo e di Bari Vecchia.

Related Posts