• domenica , 21 Luglio 2019

Bagni chimici, quali accessori?

In occasione di grandi eventi, festival, concerti, oppure un sito in costruzione, non possono mancare i bagni chimici. Quest’ultimi, infatti, si presentano come la soluzione ideale per occasioni che vedono un grande afflusso di gente, ma vi è la mancanza di bagni.

A differenza di quanto si possa pensare, però, non è sufficiente installare un bagno chimico per risolvere il problema, ma è necessario prestare attenzione ai minimi elementi. Entriamo quindi nei dettagli e scopriamo assieme quali accessori per bagni chimici utilizzare.

Bagni chimici: l’importanza della pulizia

Il primo aspetto che bisogna prendere in considerazione quando si tratta di bagni chimici è ovviamente la pulizia. Per mantenere la cassetta del WC chimico in perfette condizioni ed evitare sgradevoli odori, infatti, è necessario fare una regolare manutenzione. Tranquilli, nel caso dei bagni chimici si tratta di un’operazione facile da eseguire e poco costosa.

A tal proposito vi ricordiamo che per disinfettare e profumare è possibile optare per l’utilizzo di liquidi disgreganti ecologici da inserire nel serbatoio inferiore della toilette portatile. Oltre a disgregare questi prodotti hanno anche un’importante azione disinfettante e deodorante, aiutandovi a mantenere l’ambiente pulito e profumato.

Oltre alla manutenzione e pulizia del bagno chimico, non dimenticatevi dell’igiene personale di chi utilizza il vostro bagno. Dopo averlo utilizzato, infatti, è buona norma lavarsi le mani, pertanto non dimenticatevi di sistemare un dispenser di sapone e disinfettante.

Esistono in commercio dei dispenser appositi per i bagni chimici: facili da installare, si presentano come un’ottima soluzione per garantire il massimo dell’igiene. Se invece preferite un distributore igienizzante, con sapone schiumoso, allora dovete sapere che quest’ultimo è ideale per chi preferisce utilizzare del sapone a base non alcolica e con igienizzante a base alcolica concepito per lavaggio senza acqua.

Accessori bagni chimici: prestare attenzione ai minimi dettagli

Oltre ai prodotti per la pulizia, non dimenticate ovviamente il porta carta igienica. In grado di proteggere la carta da umidità, polvere e possibili atti vandalici, si presenta come un accessorio indispensabile in ogni tipo di bagno.

A proposito di carta, inoltre, vi consigliamo di utilizzare un distributore di asciugamani di carta per potersi asciugare le mani anche quando non si hanno ad esempio fazzoletti di carta.

Se poi volete garantire il massimo comfort, vi suggeriamo un ripiano angolare che sia abbastanza grande da poter ad esempio sistemare un beautycase o una borsetta. Se poi volete venire incontro alle esigenze soprattutto delle donne, non può mancare uno specchio infrangibile, in acciaio inossidabile lucido. Facile da montare, dona indubbiamente un tocco di classe ad ogni tipo di bagno chimico, soprattutto al bagno chimico di lusso.

In caso di eventi serali, inoltre, non potete trascurare l’illuminazione. In questo caso potete optare per un kit di illuminazione a energia solare che permette di avere luce in qualsiasi bagno chimico dal tramonto fino all’alba.

Il rilevatore di luce si attiva quando diventa buio e si spegne quando ricompare la luce. Non vi è nessun interruttore né sensore e il tempo medio di funzionamento è di 6-8 ore. Per finire non dimenticate la classica targhetta uomo/donna, che vi permette di distinguere i vari bagni e facilitare il deflusso di gente.

Related Posts