• mercoledì , 22 novembre 2017

Il modo giusto per far conoscere la propria demo music

Siete appassionati di musica, sapete comporre e suonare e avete finalmente deciso di mostrare a qualcuno il vostro talento, ma non sapete esattamente come comportarvi per far colpo e non venire scartati dopo due secondi.

I musicisti emergenti che vogliono far conoscere la proprio demo music, oggi hanno più mezzi a disposizione rispetto agli anni passati, grazie ad internet e a gruppi come Google, Soundcloud e Youtube, farsi notare dal pubblico è diventato più semplice, ma non per questo, lo è anche entrare in contatto, di diritto, con le grosse etichette sul mercato.

Scegliere il modo giusto per inviare la propria demo è il primo passo per farsi notare, se si commettono degli errori all’origine, difficilmente poi, si riuscirà ad andare avanti.

Prima di inviare una demo bisogna essere consapevoli di alcune cose, la prima è che la propria musica deve essere assolutamente eccezionale, questo vuol dire che ci vuole tanto studio e che bisogno riuscire a superare anche tanti dei propri limiti.

È importante chiedere spesso dei feedback una volta arrivati a un buon livello di preparazione, bisogna scegliere persone oneste che dicono la propria senza essere condizionate, inoltre, il parere dei più esperti è sempre il migliore.

Bisogna trovare una sorta di mentore, qualcuno a cui chiedere un suggerimento attendibile sui brani, che sia in grado di fornire dritte utili a migliorare ulteriormente i brani e gli arrangiamenti, ma come trovare qualcuno?

Potrebbe essere utile entrare nel giro di artisti esperti e meno che hanno la stessa passione e suonano dalle tue parti, fare amicizia, instaurare dei rapporti sani; se non si riesce a trovare qualcuno dal vivo,  si può sempre provare a farlo sentire online, esistono alcune piattaforme apposite su cui caricare gli audio e farli ascoltare a persone esperte.

Una soluzione low cost può essere quella di caricare la demo music direttamente sui social network come Facebook, Twitter e Facebook, dei canali molto utili che permettono di arrivare a milioni di persone in tutto il mondo in pochi secondi, un mezzo molto potente, su cui è possibile esprimere il proprio commento, per cui decisamente più semplice ricevere pareri e capire il livello di gradimento di un brano su un campione di persone più vasto e misto.

Una caratteristica fondamentale per far si che la propria demo music venga notata, bisogna rendere il proprio sound molto professionale, può sembrare una cosa scontata, ma se il brano è interessante ma suona male e non ha un sound professionale e pulito, rimarrà comunque un prodotto mediocre che non verrà preso in considerazione. Lo stesso discorso vale per il mastering, solitamente le label più importanti preferiscono quello fatto dai loro tecnici di fiducia, ma è possibile decidere di farlo fare da qualcun altro, nessuno potrà contestare questa scelta.

La cosa sicura è evitare il mastering fai da te, perché il risultato può non essere soddisfacente e in molti casi, diventare elemento disturbante del lavoro al punto da portare l’etichetta a ignorare immediatamente il lavoro.

Related Posts