• martedì , 15 Ottobre 2019

Cos’è il curettage? Che differenza c’è con la pulizia dentale?

Tra i problemi orali più comuni ci sono le malattie parodontali e la gengivite, queste colpiscono le strutture vicino ai denti e ne danneggiato la salute.

La gengivite si forma a causa di una scarsa igiene orale e di un accumulo di placca intorno ai denti, dando origine a infiammazione e rientro delle gengive.

La malattia parodontale è uno stadio avanzato, i batteri invadono le borse parodontali intorno al dente, una volta iniziata, vengono danneggiate le strutture di sostegno del dente come la gengiva, l’osso e il legamento parodontale che si trova intorno alla radice del dente.

Questo dà origine a danni molto importanti nei denti come la mobilità del dente, per cui è importante attuare il giusto trattamento per cercare di fermare il tutto il più possibile.

Curettage dentale, a cosa serve?

Il curettage dentale è conosciuto anche come raschiamento e levigatura radicolare, parliamo di una profonda pulizia che ha lo scopo di eliminare i batteri che sono presenti nelle borse parodontali.

Viene rimossa la placca batterica e poi il tartaro accumulato nelle tasche parodontali sotto la gengiva che circonda il dente, questo rende la superficie dentale più liscia e liberà da impurità, evitando ulteriormente l’accumulo di batteri e che la parodontite avanzi.

Prima di spiegare come si realizza questa tecnica vogliamo far presente che per risparmiare sui costi dei trattamenti odontoiatrici è possibile fare dei viaggi dentali, recandosi presso paesi come la Croazia e l’Albania dove sono presenti professionisti che offrono prestazioni di altissima qualità a prezzi convenienti.

Come si realizza il curettage?

Il curettage consiste essenzialmente nel raschiare le superfici delle radici dei denti arrivando fino a sotto la gengiva, in questo modo si eliminano tutti i batteri accumulati nelle borse periodontali, per fare ciò vengono usati strumenti specifici chiamati curette.

Si tratta di strumenti metallici che sono dotati di una lametta e una forma specifica che permette di raggiungere la zona specifica andando ad eliminare la placca e il tartaro che hanno dato origine alla malattia periodontale.

 Il raschiamento dentale avviene in più sessioni per evitare traumi al cavo orale, solitamente si parla di 2 o 4 volte, prima di iniziare si effettua l’anestesia locale.

Conseguenze post trattamento

 Dopo il raschiamento al di sotto delle gengive, possono accadere alcuni cambiamenti dovuti al tipo di trattamento, ma si che scompariranno col passare del tempo, tra questi: infiammazione delle gengive, sanguinamento delle gengive, dolore e disagio dopo che l’anestesia sarà conclusa.

Differenza con la pulizia orale

Viene spontaneo chiedersi quale sia la differenza sostanziale tra curettage e pulizia orale, quest’ultimo è un trattamento preventivo con cui viene eliminata la placca batterica e il tartaro che circonda il dente sopra la gengiva.

Il curettage è un trattamento specifico che consiste nella rimozione della placca e del tartaro al di sotto della gengiva, che sono la causa principale della malattia parodontale.

Se volete conoscere come risparmiare sul dentista grazie a viaggi all’estero in Croazia e Albania mettetevi in contatto con Viaggideldente alla seguente pagina Facebook: https://www.facebook.com/viaggideldente/.

Related Posts