• martedì , 26 settembre 2017

Anziani invalidi nelle case di riposo, esenzione del Canone Rai

Spesso la scelta di un anziano di vivere in una casa di riposo non è dettata dalla propria volontà ma da una serie di circostanze che non gli permettono di vivere serenamente nella propria abitazione e di beneficiare delle giuste attenzioni e cure, questo perché, arrivati a una certa fase della vita, figli e nipoti hanno impegni e scadenze da rispettare e non possono prestare l’assistenza di cui il proprio caro necessita.

Ci sono anche casi in cui è l’anziano stesso a richiedere il trasferimento presto una casa di riposo, accade quando è consapevole di avere bisogno di un certo tipo di assistenza o quando è rimasto completamente solo e ha bisogno di vivere in un ambiente accogliente in mezzo ad altre persone.

Così molti anziani decidono di spendere la propria pensione presso una di queste struttura, assistiti 24 ore su 24, da personale medico infermieristico specializzato, con la possibilità di socializzare e trascorrere il tempo con attività ricreative.

Con questo articolo ci rivolgiamo a quegli anziani soli che hanno preso la decisione di trasferirsi presso una casa di riposo roma o in qualunque parte d’Italia e che si lasciano alle spalle alcune piccole faccende burocratiche da sistemare.

Nello specifico, parliamo del Canone RAI, una piccola tassa che non sempre è necessario pagare, infatti, dal 2008 è in vigore la clausola anziani non abbienti, cosa vuol dire?

È necessario avere 75 anni e percepire un reddito di 8.000 euro lordi l’anno, circa 516 euro per 13 mesi e non avere nessun altro nel proprio nucleo familiare, per cui, in questo caso ci si rivolge proprio ad anziani soli.

Inoltre, gli invalidi degenti in una residenza per anziani a Roma o in qualunque parte d’Italia sono esenti dal pagamento del canone, per questo motivo è importante informarsi accuratamente sulla questione prima di lasciare la propria abitazione ed eventualmente presentare domanda di esenzione utilizzando il modulo di dichiarazione sostitutiva reperibile sul sito dell’Agenzia delle entrate, presso suoi uffici locali o presso gli sportelli delle sedi regionali RAI.

Può sembrare una formalità da poco, ma un anziani invalido che decide di farsi accudire trasferendosi presso una casa di riposo può non pagare il canone RAI e risparmiare quella cifra per avere maggiori cure medico sanitarie o per acquistare medicinali, per cui prima di trasferirsi presso una residenza per anziani, è meglio verificare la possibilità di chiedere l’esenzione.

Related Posts