• giovedì , 19 Settembre 2019

Reiki: cos’è e a cosa serve

Lavoro, famiglia e vari impegni della vita quotidiana comportano inevitabilmente stress e stanchezza. Se volete concedervi un momento di relax, recuperando le energie, quindi, non vi resta che affidarvi al reiki. Ma di cosa si tratta e a cosa serve? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme!

Cos’è il reiki

Con il termine reiki si fa riferimento ad un metodo di cura di origine giapponese, basato sulla convinzione che il corpo umano, grazie a vari livelli di attivazione e di concentrazione, sia in grado di incanalare e trasmettere l’energia cosmica, per poi utilizzarla a scopo terapeutico. Tecnica immediata e naturale, grazie all’utilizzo delle mani consente di riequilibrare e ritrovare il proprio benessere psichico e fisico.

Considerata una tecnica semplice ed efficace per la riduzione dello stress, favorisce il rilassamento e il recupero della salute fisica e mentale, attraverso l’utilizzo della cosiddetta “energia universale”, ovvero l’energia che permea l’universo e rappresenta il pilastro alla base di ogni cosa vivente o inanimata. Spesso definita una tecnica di auto-guarigione, il reiki permette di trasmettere l’energia ad altre persone. Proprio per questo motivo, se state trascorrendo un periodo sottotono e avete bisogno di energia, non vi resta che recarvi presso un centro estetico che utilizza questa tecnica, per sentirvi immediatamente forti e in forma.

A differenza di quanto si possa pensare, quindi, il Reiki non ha nulla a che fare con religioni o filosofie di vario genere. Si tratta semplicemente di una tecnica dalla potente azione riequilibrante, che si manifesta anche a livello emotivo e mentale. Estremamente delicato, inoltre, non presenta alcun tipo di controindicazione e può essere svolto a qualsiasi età. L’energia di cui si parla, poi, non è quella propria dell’operatore, ma è prelevata all’esterno di esso e canalizzata nelle braccia e fino alle mani, dalle quali fuoriesce per curare la persona su cui saranno appoggiate le mani.

Benefici del Reiki

Viste queste premesse è facile intuire come il Reiki sia in grado di apportare numerosi benefici, agendo sulle difficoltà nel processo di rilassamento e stimolando una connessione profonda con le proprie emozioni. In grado di favorire la distensione muscolare, può aiutare a contrastare problemi di insonnia, migliorando l’equilibrio delle funzioni del ciclo di sonno – veglia. Se tutto questo non bastasse, contribuisce a ridurre i livelli di stress e aumentare l’energia.

Come si evince da alcuni studi, inoltre, lo stato di profondo rilassamento, acquisito con il Reiki, aiuta a rafforzare le difese immunitarie, stimolando la rigenerazione cellulare, il sistema endocrino e quello linfatico. Attraverso i Reiki si assiste ad un vero e proprio ricongiungimento con se stessi e le energie sopite si risvegliano, finendo per apportare benefici sia a livello fisico che mentale. Si assiste, infatti, ad un potenziamento della circolazione energetica in tutto il corpo, rinvigorendo e bilanciando i propri centri energetici.

Grazie al Reiki si registra una maggior resistenza ed armonia psico – somatica, che tramuta in una miglior situazione di equilibrio e benessere. Il risultato finale, infatti, è una riscoperta gioiosa di se stessi. Si verifica un aumento della consapevolezza, con incremento delle capacità intuitive, un flusso emozionale più ricco e una maggiore acutezza sensoriale.

Related Posts