• domenica , 16 giugno 2019

Chirurgia odontoiatria guidata, cos’è e quali sono i vantaggi

Si sente spesso parlare di odontoiatria guidata e di chirurgia guidata tramite strumenti avanzati e nuove tecnologie, non tutti sanno di cosa si tratta e quali sono i vantaggi che si possono trarre da questo nuovo approccio dell’odontoiatria, cerchiamo di fare chiarezza.

Ogni intervento di chirurgia guidata inizia con esami molto accurati radiologici in 3D con la Tac, queste immagini mostrano allo specialista lo spessore dell’osso e la conformazione delle gengive, due fattori molto importanti perché è possibile verificare eventuali anomalie prima di eseguire un intervento.

L’odontoiatra, avendo una panoramica precisa della situazione della bocca, può scegliere le posizioni migliori in cui inserire gli impianti, valutando tutto quello che ritiene fondamentale e i rischi che l’operazione può comportare.

Successivamente, utilizzando un programma computerizzato specifico, vengono studiate e progettate al pc le posizioni precise in cui inserire gli impianti nell’osso, grazie all’ausilio di mascherine chirurgiche realizzate con tecnologia CAD-CAM.

Dopo aver progettato al pc l’inserimento degli impianti si procede alla realizzazione della maschera chirurgica che, indossata dal paziente durante l’operazione, permette di replicare le esatte posizioni degli impianti da inserire nelle ossa mascellari.

Tutto questo è possibile farlo in modo poco invasivo e con meno dolore per il paziente, l’odontoiatria guidata è una soluzione efficace per effettuare interventi precisi col minor fastidio possibile.

I vantaggi della chirurgia guidata

È chiaro che la chirurgia e l’odontoiatria guidata hanno dei numerosi vantaggi rispetto alle pratiche tradizionali, tra cui la possibilità di eseguire interventi laddove non sarebbe possibile farlo a mano libera, nemmeno dal più esperto odontoiatria.

Ma andiamo a riassumere i vantaggi della chirurgia guidata per il paziente che può beneficiare di uno studio molto più preciso dell’intervento chirurgico, dell’inserimento degli impianti senza tagliare né scollare le gengive e senza ricostruire l’osso.

Vi è una riduzione dei tempi chirurgici, una riduzione del dolore e del gonfiore post-operatorio, nessun sanguinamento intra e post-operatorio e grazie a questa tecnica è possibile anche eseguire trattamenti di inserimento impianti in quei pazienti dove se ne sconsigliava l’applicazione tramite metodo tradizionale.

Oggi sono tantissimi gli studi odontoiatrici che si avvalgono delle tecniche computerizzate guidate per curare i propri pazienti, offrendo prestazioni di qualità superiore e riducendo il disagio durante le cure.

Grazie a un sistema di pubblicizzazione più esteso, oggi i pazienti conoscono la possibilità di accede alle cure dell’odontoiatria computerizzata e guidata, per cui la maggior parte degli specialisti odontoiatri si sono mobilitati per offrire questi trattamenti sempre più richiesti.

In conclusione

Grazie alla chirurgia guidata si possono eseguire interventi di implantologia con molto meno dolore, con sistemi meno invasivi e veloci dell’implantologia tradizionale. Grazie alla precisione del computer è possibile programmare l’intervento nei minimi dettagli, conoscere ogni aspetto del paziente ancor prima di mettere mano ed eseguire qualsiasi tipo di operazione per l’impianto da eseguire.

La precisione sarà accurata e l’invasività rispetto all’intervento classico minima, con meno sanguinamento e migliori risultati.

Related Posts